SportBusinessAcademy by Job Impact srl è autorizzata a organizzare in ambito nazionale le attività formative in aula e in modalità e-learning a favore degli iscritti negli Albi dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.
I CORSI

Arti Marziali miste UFC: la diffusione in Europa

Giugno 8, 2021

a cura di Edoardo Gui Accica – allievo del corso per Addetto Stampa Sportivo

Le arti marziali in Europa continuano a raccogliere consensi radunando la community sempre più nutrita nel circuito degli Ultimate Fighting Championship (Ufc), che in Europa ormai conta un numero sempre più importante di appassionanti.

Fondate negli Stati Uniti d’America oltre vent’anni fa, le arti marziali miste hanno un seguito di utenti e uno zoccolo duro di riferimento, che ama questo tipo di disciplina, piuttosto violenta ma allo stesso tempo dinamica e spettacolare. Parte del merito va attribuito al network Fox Sport, che ha saputo puntare su questo tipo di sport quando ancora non erano chiare le regole e i criteri, cosi come non era ancora stato organizzato un campionato a tutti gli effetti.

Le cose sono rapidamente cambiate da quando gli incontri di Ufc e di Mma sono diventate maggiormente disciplinate e regolamentate. Non è un caso se oggi attorno a questo circuito si siano creati profili e canali su Twitch e su Youtube, specializzati proprio nei commenti di eventi sportivi legati appunto al mondo degli Ufc e delle arti marziali miste. Un circuito virtuoso che ha posto le scommesse Ufc al centro del mondo sportivo legato ai combattimenti e ai network che vi dedicano rubriche quotidiane, programmi tematici e speciali tv, con l’intento di enfatizzare l’elemento dinamico e la spettacolarità di questo tipo di disciplina. Del resto, per chi non avesse approfondito la conoscenza di questo tipo di sport non è cosi semplice coglierne la filosofia di base ma pure intuirne l’evoluzione futura.

La regolamentazione prendeva piede una quindicina di anni fa quando le basi vennero stabilite e codificate in base ai criteri di altre discipline maggiormente diffuse e conosciute da un pubblico più vasto come il jiu-jitsu, il karate, il taekwondo e dove la base di partenza assunse le regole della kickboxing che, all’epoca, veniva considerata la disciplina più spettacolare e in voga di quel momento. Parliamo di anni in cui le arti marziali miste stavano iniziando la loro diffusione in Nord America e in altri Paesi, mentre in Europa i tempi non sembrano ancora maturi, fermo restando che c’erano già dei nuclei di appassionati e di seguaci. Del resto il circuito delle arti marziali, unito a quello della kickboxing o per estendere il concetto del wrestling, non avevano mai generato tanta attenzione a livello mediatico come in questi ultimi anni.

Attualmente in Italia anche grazie a portali e siti come Grappling Italia, il circuito delle arti marziali miste (Mma) è diventato sempre più conosciuto e popolare, benché resti ancora una disciplina di nicchia, rispetto ad esempio al mondo della boxe e degli sport di contatto in generale. Gli appassionati sportivi di combattimento in Europa sono in costante cresciuta, visto il successo di trasmissioni televisive e streaming video dedicati all’universo Ufc. E in tutto ciò ha pesato molto la figura di un campione come Conor McGregor. Il fighter irlandese ha infatti saputo convogliare l’attenzione dei media dopo il grande successo che ha ottenuto in questi anni anche grazie alla capacità di misurarsi con altre discipline e competizioni al di fuori del circuito Ufc e delle arti marziali miste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Richiedi informazioni sui nostri corsi!

© 2020 Sport Business Academy - Job Impact Srl, P.IVA: 09265150962 -  Informativa clienti
Privacy Policy Cookie Policy
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram