SportBusinessAcademy by Job Impact srl è autorizzata a organizzare in ambito nazionale le attività formative in aula e in modalità e-learning a favore degli iscritti negli Albi dei dottori commercialisti e degli esperti contabili.
Hai bisogno di informazioni? Contattaci:
info@sportbusinessacademy.eusu Whatsapp: 350 99 50 405
I CORSI

I consigli dei docenti SBA: intervista a Domenico Fracchiolla

21 Ottobre, 2022

Tracciare il proprio percorso con impegno, attitudine e passione. Queste le linee guida che Domenico
Fracchiolla, Direttore Generale della Virtus Francavilla Calcio
dal giugno 2022 e docente di Sport
Business Academy
, presenta ai giovani e a tutti coloro che vorrebbero lavorare nel mondo del calcio. E
Fracchiolla lo dice con cognizione di causa: lui sa bene cosa significa partire dal basso, inseguendo un
obiettivo senza mai perdere d’occhio le proprie abilità innate e senza mai dimenticare l’importanza dello
studio e della formazione. “Credo sia fondamentale un buon percorso formativo, per tutti i dirigenti e
per tutti coloro che si apprestano ad entrare nel mondo del calcio. Penso che le competenze legate alla
passione siano alla base del successo”
, ha dichiarato.

Fracchiolla, in effetti, oltre ad essersi laureato in Giurisprudenza, ha iniziato la sua carriera in società di puro settore giovanile, prima con la Pro Inter Bari e dopo con la Wonderful Bari. Dal 2014 al 2016, poi, ha ricoperto il ruolo di Responsabile del settore giovanile del Bari e successivamente ha collaborato per la stagione 2016/17 con l’Udinese in qualità di responsabile Academy. Nella stagione 2017-18, poi, è stato direttore sportivo della Virtus Francavilla Calcio e, dopo una breve esperienza nel 2019 in Romania con l’hermannstadt, è diventato Direttore sportivo della Calcio Lecco dal gennaio 2020 al giugno 2022.
Da giovane ho capito che il calcio giocato non era per me”, ci ha raccontato. “Ho pensato però che
potevo comunque rimanere nell’ambito sportivo, realizzare un sogno della mia vita ma in altra veste”.
Poi, parlandoci di sé, ci ha confessato: “Calcisticamente ero un difensore centrale abbastanza rude e
lento (sorride n.d.r.). Avrei potuto, secondo me, fare una carriera nei dilettanti, ma non aveva senso, quindi ho preferito lasciare e studiare. Compatibilmente mi sono laureato in Giurisprudenza”.

Insomma, un percorso dove formazione e passione sono andati di pari passo e che Domenico Fracchiolla
ci ha illustrato in un’interessante intervista.
Innanzitutto, cosa ne pensi della tua esperienza in Sport Business Academy e cosa insegni ai tuoi
allievi durante i corsi SBA?

Il percorso proposto da SBA è molto interessante e intrigante. Prima di accettare la collaborazione con la
stessa ho voluto tastare con mano la valenza di questi percorsi. Credo che il mondo del calcio, e dello
sport in generale, abbia bisogno di persone giovani che però abbiano una certa formazione di base.
Ai ragazzi cerco di far capire che il mondo del calcio è bello perchè, a prescindere da quello che uno può
dare, il concetto che deve passare è anche che il mondo del calcio è un mondo difficile, duro, e che alle
volte la passione non basta, bisogna metterci le competenze. Le competenze sono alla base del successo.
Successo, però, non significa arrivare in Serie A ma lavorare nel mondo del calcio, e già questo,
considerando la concorrenza che c’è nel settore, è tanto. Insomma, bisogna avere un target di competenze
elevate.

Quali sono, secondo te, le principali competenze, le skills, che un allievo deve avere se vuole
lavorare in questo settore dal punto di vista manageriale?

Deve innanzitutto comprendere che l’organizzazione di una società è alla base del successo della stessa.
L’organizzazione porta punti nel lungo periodo, quindi tutte le aree – soprattutto quelle più vicine alla
squadra, tipo l’area medica, l’organizzazione della squadra, la logistica – devono essere organizzate nella
miglior maniera possibile. La società deve essere ben coordinata, e questa è la prima competenza.
Occorre dunque conoscere l’organizzazione di un’azienda calcistica, che ha le sue peculiarità.
Come seconda cosa, bisogna capire che l’area tecnica, e quindi la direzione sportiva, è al centro di questa
organizzazione. Tutto deve ruotare a ridosso del direttore sportivo e dell’area tecnica. Non ci può essere
un’area che è asettica e distaccata dall’area sportiva. Le altre skills necessarie si acquisiscono studiando, sempre tenendo conto di quello che uno vuol fare: se vuoi fare il manager devi studiare determinate cose, se vuoi ricoprire altri ruoli, come l’osservatore o il video analista, devi studiare altro ancora. Insomma, sono necessari conoscenza e aggiornamento. È un mondo che si aggiorna soprattutto dal punto di vista tecnico perchè ci sono sempre nuovi giocatori, quindi chi sceglie di lavorare nell’area tecnica deve sempre organizzarsi in tal senso.


Quindi, anche se quello del calcio è un mondo altamente competitivo, offre delle possibilità? Se uno
acquisisce le competenze, si aggiorna e tutto il resto, ha opportunità?

Sì. La difficoltà sta solo nell’iniziare. Mi spiego: ognuno dei giovani che si approccia a questo mondo
deve essere in grado di partire, e non per forza da un contratto di lavoro o da un livello elevato. I giovani
interessati a inserirsi in questo settore devono innanzitutto cominciare. Cominciare e poi buttarsi nel
mare per verificare se si riesce a notare. Tutte le mie esperienze sono partite da un inizio. Se un giovane
non inizia e aspetta che qualcuno gli proponga qualcosa di soddisfacente a 360° sbaglia. Quindi un
giovane deve acquisire competenze, studiare ma poi buttarsi e pedalare. L’importante, in ogni caso, è
metterci dentro le proprie conscenze perchè poi, alla fine, come in tutti i lavori, la quotidianità è quella
che ti migliora.

Si parla tanto male, oggi, dei giovani. Tu, invece, che esperienza hai avuto con i tuoi allievi? E che
tipo di allievi hai?

Il percorso formativo SBA mi piace soprattutto perchè dopo ho la possibilità di continuare a lavorare con
i ragazzi tenendoli in stage. Il mio l’obiettivo è proprio quello, in realtà.
Le Società di Serie C non hanno la forza necessaria per crearsi una rete di collaboratori, o per poter
prendere i migliori collaboratori e retribuirli in una certa maniera. Invece, inserire i giovani in stage e
capire se hanno potenzialità, farli crescere, è quella cosa che tutte le società dovrebbero fare. Quindi, a
prescindere dalle docenze, è interessante il percorso che faccio fare ad alcuni ragazzi. E ci sono ragazzi
che continuano a collaborare con me: li ho avuti sia a Lecco che ora a Francavilla. Secondo me
l’obiettivo principale è questo: tanto più le società sono piccole tanto meno sono le risorse, quindi devi
capire come fare tutto, raggiungere tutti gli obiettivi con quelle risorse. In questo, secondo me, i ragazzi
giovani, che hanno bisogno di iniziare e fare esperienza, sono molto importanti.

Chi è il tuo calciatore preferito? E come è nata la tua passione per il calcio?
Il mio calciatore preferito è Roberto Baggio perchè è stato il calciatore dell’infanzia.
La mia passione per il calcio è sostanzialmente una passione di famiglia: mio nonno è stato il primo
medico sociale della storia del Bari e in più è stato anche medico della nazionale; mio padre è un
dirigente di puro settore giovanile, appassionato di lavoro con i giovani. Noi il calcio lo viviamo come
qualcosa che possa essere meritocratico e che possa apportare sviluppo, innovazione e possibilità. La
mia famiglia ha sempre contribuito a fare qualcosa per il calcio, non ha mai speculato sullo stesso come
invece alle volte capita.

Insomma, il nostro docente Domenico Fracchiolla lo dice chiaramente: formazione, talento e passione
sono carte vincenti per entrare nel mondo calcistico manageriale. Una filosofia, questa, che Sport
Business Academy
approva e diffonde anche attraverso la sua ricchissima offerta formativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci via email
© 2024 Sport Business Academy - Job Impact Srl, P.IVA: 09265150962 -  Informativa clienti
Privacy Policy Cookie Policy
it_ITItalian
Apri chat
1
💬 Hai bisogno di informazioni?
Ciao 👋
come possiamo aiutarti?
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram